Acque – Un laboratorio di educazione ambientale per ragazzi

novembre 16th, 2019 Posted by News 0 thoughts on “Acque – Un laboratorio di educazione ambientale per ragazzi”

Nel luglio scorso (con un’appendice in settembre) Costess ha realizzato un laboratorio di educazione ambientale incentrato sul tema dell’acqua con un gruppo di circa 20 minori in età 8 – 14 anni frequentanti il Centro Pomeridiano “Castagno”.

Finalizzato da un lato a sollecitare nei partecipanti consapevolezza di sé e pensiero critico, e dall’altro a far acquisire conoscenze specifiche sulla risorsa “acqua”, il laboratorio si è articolato in attività di varia natura: giochi introduttivi, visioni di filmati, letture di testi, escursioni lungo il fiume, produzioni artistiche.  In effetti, allo scopo di creare un prodotto finale abbastanza evidente e “duraturo”, nella parte finale si è lavorato a un mini-concorso artistico (ogni partecipante ha realizzato un disegno, sottoposto a selezione) e alla realizzazione di un grande murales, dipinto collettivamente su una delle pareti esterne della struttura del Centro Pomeridiano, da tempo sporca e degradata.  Così, i concetti e le informazioni appresi dai ragazzi nel corso delle attività hanno trovato un canale comunicativo piuttosto efficace: il murales con la sua semplice presenza si configura quale forte “elemento di richiamo” rispetto a una criticità di portata mondiale: il depauperamento e l’inquinamento delle acque marine.

Va ricordato, infine, che tale laboratorio è stato realizzato nell’ambito di un progetto – Intrecci educativi – di cui Costess è soggetto partner.

Sostenuto finanziariamente dalla Fondazione “Con i Bambini”, Intrecci educativi  è un progetto che interessa una vasta area del territorio marchigiano, sviluppandosi nell’arco di circa due anni e mezzo. Ente capofila è la cooperativa RES Nuova Ricerca, affiancata da 42 partner (organismi del terzo settore, istituti comprensivi, enti locali) distribuiti sulle seguenti “località-polo”: Ancona, Fabriano, Jesi, Senigallia, Fano, Urbino, Macerata, Recanati, S. Benedetto del Tronto, S. Elpidio a Mare.

La finalità di fondo è quella di “dare corpo” a un sistema di comunità educante, sempre dichiarato ma mai realizzato.  Ovvero, di sperimentare un modello di intervento sulle povertà educative incentrato su due pilastri: un’azione coordinata della comunità educante (dove ciascun attore svolge il proprio ruolo in maniera interconnessa con quello dagli altri, con una visione condivisa) ed un’insistente azione sulle “competenze di vita” dei beneficiari del progetto, bambini e ragazzi tra 6 e 14 anni.  In altre parole, assumendo come paradigma di riferimento le cosiddette “life skills”, si vuol cercare di costruire un sistema locale integrato di interventi volti a realizzare un’efficace azione educativa, attenta soprattutto a chi manifesta maggior povertà educativa.

Le attività che devono “dare gambe” al progetto sono diverse; si va dai percorsi formativi per operatori del settore alla creazione di una figura ad hoc (l’attivatore di comunità); dai camp estivi ai laboratori nelle scuole; dagli interventi territoriali (centri pomeridiani, cag, servizi domiciliari, ecc.) alle azioni di valutazione e disseminazione.  Da non dimenticare poi l’attività finalizzata alla costituzione di “hub scolastici”, di spazi allestiti nelle scuole sia per svolgere i laboratori del progetto sia per ospitare proposte che giungono dalla comunità: una concreta opportunità per aprire la scuola all’interazione con il territorio.

Entro questo quadro, l’impegno di Costess si concentra su due specifiche iniziative: i laboratori in due istituti comprensivi jesini e il potenziamento delle attività del centro pomeridiano “Il Castagno”.  Per il primo punto, si è già effettuato (maggio 2019) un primo ciclo presso l’I.C. “Federico II” dedicato ai temi dell’interculturalità e al rafforzamento delle competenze linguistiche; ne seguiranno altri nel 2020 e nel 2021 con altre tematiche, sia al “Federico II” che all’I.C. “Paolo Borsellino”.  Per il secondo punto invece, è stato effettuato in luglio il laboratorio di educazione ambientale sopra descritto. Nel corso del 2020 e del 2021 ne seguiranno altri.

Ulteriori informazioni su Intrecci educativi qui: http://agenziares.it/intrecci-educativi/