costess-radiotlt

RADIO TANA LIBERA TUTTI

Radio TanaLiberaTutti, la web radio dei Cag della Vallesina, è nata nel 2006 nell’ambito di “Vuoti a perdere? No, grazie!”, progetto d’ambito finalizzato alla prevenzione delle dipendenze. Dopo i primi mesi di sperimentazione, la web radio si è andata rapidamente costituendo come un vero e proprio punto di riferimento per molti ragazzi e giovani del territorio, ed è oggi, in tal senso, una delle realtà più innovative e coinvolgenti.
Qualche numero. Ad oggi, hanno realizzato programmi giovani di diversa età, estrazione sociale, livello di istruzione, e anche di diversi interessi, attitudini, gusti musicali, ecc. Oltre 600 i giovani (tra i 15 e i 30 anni di età) coinvolti come conduttori, speaker, programmatori, e così via; oltre 60 i cicli di programmi già realizzati o in corso di realizzazione; circa 3 mila i contatti mensili al sito (relativamente ai dati di ascolto).
Radio TLT – coerentemente con la propria mission – è una realtà che ha permesso esperimenti giudicati importanti da un ampio ventaglio di operatori del sociale (dall’Asur, al Tribunale dei Minori, ai Servizi Sociali comunali, ecc.). Tra questi, il coinvolgimento duraturo di giovani – impegnati a realizzare trasmissioni e/o a collaborare come programmatori musicali, tecnici, ecc. – appartenenti alle fasce più deboli della popolazione (ivi compresi i giovani immigrati di seconda generazione, sempre più assidui frequentatori e animatori della radio). In pari tempo, Radio TLT ha instaurato contatti e collaborazioni con una serie composita di realtà locali e nazionali operanti a vario titolo nel settore dell’educazione e delle politiche giovanili: dalle scuole alle associazioni (di volontariato, sportive e culturali) del territorio, alle principali istituzioni locali, regionali e nazionali. Sotto questo punto di vista, non sono mancati neppure i riconoscimenti; nel novembre 2007, nel corso del II Meeting Nazionale dei CAG (svoltosi a Rovigo), Radio TLT è stata indicata come una delle migliori iniziative italiane per l’aggregazione giovanile per la stagione 2006/2007. Nel maggio 2008, nel corso del IV Meeting Internazionale sulle Politiche Giovanili (svoltosi a Urbino), Radio TLT è stata segnalata come una delle principali novità nel panorama delle iniziative rivolte ai giovani.
Numerose anche le partecipazioni ad eventi e manifestazioni di vario tipo; a pur tiolo esemplificativo: la Rassegna Nazionale di Teatro dei Ragazzi (Serra San Quirico), Radio Incontri (promossa dalla Rai, a Riva del Garda), il Festival dell’Educazione di Jesi, la Scuola Estiva di Storia dell’IRSMLM (Ancona), il progetto europeo Youth Against Invisibility, finalizzato ad offrire occasioni di formazione personale e professionale a giovani con minori opportunità, attraverso la costruzione comune, tra organizzazioni di diversi paesi, di percorsi innovativi di promozione della cittadinanza attiva e internazionale.
Il palinsesto di Radio TLT è composito e dinamico, in linea con la poliedricità di interessi e la mutevole curiosità dei giovani. E’ un contenitore in cui si possono trovare, fianco a fianco, programmi di approfondimento culturale o di intrattenimento, programmi a carattere tematico o di varietà. Ma gli spazi principali, come è facilmente intuibile, sono occupati dalla musica: TLT offre ai giovani la possibilità di realizzare programmi musicali di varia natura e con le più svariate modalità. Radio giovane fatta dai giovani, dunque, senza pretese di professionalità, ma con l’ambizione di esaltare la creatività e la genuina voglia di esprimersi dei giovani. Non mancano, peraltro, incursioni degli stessi operatori, che coordinano o realizzano trasmissioni a più spiccata finalità di promozione e di prevenzione.

EVENTI

Numerose anche le partecipazioni ad eventi e manifestazioni di vario tipo; a pur tiolo esemplificativo: la Rassegna Nazionale di Teatro dei Ragazzi (Serra San Quirico), Radio Incontri (promossa dalla Rai, a Riva del Garda), il Festival dell’Educazione di Jesi, la Scuola Estiva di Storia dell’IRSMLM (Ancona), il progetto europeo Youth Against Invisibility, finalizzato ad offrire occasioni di formazione personale e professionale a giovani con minori opportunità, attraverso la costruzione comune, tra organizzazioni di diversi paesi, di percorsi innovativi di promozione della cittadinanza attiva e internazionale.

PALINSESTO

Il palinsesto di Radio TLT è composito e dinamico, in linea con la poliedricità di interessi e la mutevole curiosità dei giovani. E’ un contenitore in cui si possono trovare, fianco a fianco, programmi di approfondimento culturale o di intrattenimento, programmi a carattere tematico o di varietà. Ma gli spazi principali, come è facilmente intuibile, sono occupati dalla musica: TLT offre ai giovani la possibilità di realizzare programmi musicali di varia natura e con le più svariate modalità. Radio giovane fatta dai giovani, dunque, senza pretese di professionalità, ma con l’ambizione di esaltare la creatività e la genuina voglia di esprimersi dei giovani. Non mancano, peraltro, incursioni degli stessi operatori, che coordinano o realizzano trasmissioni a più spiccata finalità di promozione e di prevenzione.

RADIO TANA LIBERA TUTTI

Radio TanaLiberaTutti, la web radio dei Cag della Vallesina, è nata nel 2006 nell’ambito di “Vuoti a perdere? No, grazie!”, progetto d’ambito finalizzato alla prevenzione delle dipendenze. Dopo i primi mesi di sperimentazione, la web radio si è andata rapidamente costituendo come un vero e proprio punto di riferimento per molti ragazzi e giovani del territorio, ed è oggi, in tal senso, una delle realtà più innovative e coinvolgenti.
Qualche numero. Ad oggi, hanno realizzato programmi giovani di diversa età, estrazione sociale, livello di istruzione, e anche di diversi interessi, attitudini, gusti musicali, ecc. Oltre 600 i giovani (tra i 15 e i 30 anni di età) coinvolti come conduttori, speaker, programmatori, e così via; oltre 60 i cicli di programmi già realizzati o in corso di realizzazione; circa 3 mila i contatti mensili al sito (relativamente ai dati di ascolto).
Radio TLT – coerentemente con la propria mission – è una realtà che ha permesso esperimenti giudicati importanti da un ampio ventaglio di operatori del sociale (dall’Asur, al Tribunale dei Minori, ai Servizi Sociali comunali, ecc.). Tra questi, il coinvolgimento duraturo di giovani – impegnati a realizzare trasmissioni e/o a collaborare come programmatori musicali, tecnici, ecc. – appartenenti alle fasce più deboli della popolazione (ivi compresi i giovani immigrati di seconda generazione, sempre più assidui frequentatori e animatori della radio). In pari tempo, Radio TLT ha instaurato contatti e collaborazioni con una serie composita di realtà locali e nazionali operanti a vario titolo nel settore dell’educazione e delle politiche giovanili: dalle scuole alle associazioni (di volontariato, sportive e culturali) del territorio, alle principali istituzioni locali, regionali e nazionali. Sotto questo punto di vista, non sono mancati neppure i riconoscimenti; nel novembre 2007, nel corso del II Meeting Nazionale dei CAG (svoltosi a Rovigo), Radio TLT è stata indicata come una delle migliori iniziative italiane per l’aggregazione giovanile per la stagione 2006/2007. Nel maggio 2008, nel corso del IV Meeting Internazionale sulle Politiche Giovanili (svoltosi a Urbino), Radio TLT è stata segnalata come una delle principali novità nel panorama delle iniziative rivolte ai giovani.
Numerose anche le partecipazioni ad eventi e manifestazioni di vario tipo; a pur tiolo esemplificativo: la Rassegna Nazionale di Teatro dei Ragazzi (Serra San Quirico), Radio Incontri (promossa dalla Rai, a Riva del Garda), il Festival dell’Educazione di Jesi, la Scuola Estiva di Storia dell’IRSMLM (Ancona), il progetto europeo Youth Against Invisibility, finalizzato ad offrire occasioni di formazione personale e professionale a giovani con minori opportunità, attraverso la costruzione comune, tra organizzazioni di diversi paesi, di percorsi innovativi di promozione della cittadinanza attiva e internazionale.
Il palinsesto di Radio TLT è composito e dinamico, in linea con la poliedricità di interessi e la mutevole curiosità dei giovani. E’ un contenitore in cui si possono trovare, fianco a fianco, programmi di approfondimento culturale o di intrattenimento, programmi a carattere tematico o di varietà. Ma gli spazi principali, come è facilmente intuibile, sono occupati dalla musica: TLT offre ai giovani la possibilità di realizzare programmi musicali di varia natura e con le più svariate modalità. Radio giovane fatta dai giovani, dunque, senza pretese di professionalità, ma con l’ambizione di esaltare la creatività e la genuina voglia di esprimersi dei giovani. Non mancano, peraltro, incursioni degli stessi operatori, che coordinano o realizzano trasmissioni a più spiccata finalità di promozione e di prevenzione.

EVENTI

Numerose anche le partecipazioni ad eventi e manifestazioni di vario tipo; a pur tiolo esemplificativo: la Rassegna Nazionale di Teatro dei Ragazzi (Serra San Quirico), Radio Incontri (promossa dalla Rai, a Riva del Garda), il Festival dell’Educazione di Jesi, la Scuola Estiva di Storia dell’IRSMLM (Ancona), il progetto europeo Youth Against Invisibility, finalizzato ad offrire occasioni di formazione personale e professionale a giovani con minori opportunità, attraverso la costruzione comune, tra organizzazioni di diversi paesi, di percorsi innovativi di promozione della cittadinanza attiva e internazionale.

PALINSESTO

Il palinsesto di Radio TLT è composito e dinamico, in linea con la poliedricità di interessi e la mutevole curiosità dei giovani. E’ un contenitore in cui si possono trovare, fianco a fianco, programmi di approfondimento culturale o di intrattenimento, programmi a carattere tematico o di varietà. Ma gli spazi principali, come è facilmente intuibile, sono occupati dalla musica: TLT offre ai giovani la possibilità di realizzare programmi musicali di varia natura e con le più svariate modalità. Radio giovane fatta dai giovani, dunque, senza pretese di professionalità, ma con l’ambizione di esaltare la creatività e la genuina voglia di esprimersi dei giovani. Non mancano, peraltro, incursioni degli stessi operatori, che coordinano o realizzano trasmissioni a più spiccata finalità di promozione e di prevenzione.